Sarah Jessica Parker torna alle serie tv con una commedia amara che affronta il tema del divorzio. L’impressione che si ha guardando i diversi episodi (dieci per l’esattazza) è quella di trovarsi di fronte ad una Carrie Bradshaw 2.0, cioè un’evoluzione di quella apprezzata in “Sex and the City”. Non so se sia stata una scelta dettata dagli sceneggiatori o una limitazione interpretativa, fatto sta che il nuovo personaggio non stacca di molto dal precedente. Frances Dufresne (questo il nome del suo personaggio), vive un periodo di forti incomprensioni con il marito Robert (Thomas Haden Church). Nel momento in cui lui scoprirà il tradimento di lei, la situazione precipiterà sotto tutti i punti di vista. Tra avvocati più o meno competenti e amici un po’ sopra le righe, ci ritroveremo di fronte ad una serie di gag esilaranti ma che allo stesso tempo offrono interessanti spunti di riflessione. Fino a che punto si può arrivare a ferire l’altro per i propri interessi? La risposta certamente è soggettiva, i nostri protagonisti alternano momenti di forte umanità a momenti di cattiveria nei quali saranno i figli in primis, ma anche loro stessi a pagarne le conseguenze. Una serie leggera ma mai piatta con un finale aperto che lascia intravedere una seconda stagione. Speriamo che l’attesa duri poco, che dite alla fine torneranno insieme?

di Simone Caputi