Edward mani di forbice 

Edward Mani di Forbice (titolo originale Edward Scissorhands) è un film del 1990, nato da un’idea di Tim Burton. Molto probabilmente è uno dei film che meglio rappresenta la genialità del regista. Il personaggio di Edward nasce proprio da un disegno di Burton, fatto ai tempi del liceo. L’idea era appunto quella di rappresentare qualcuno che non riuscisse a toccare ciò che più amava, come tutti abbiamo poi visto nel celebre lungometraggio.

Nel film Edward viene creato da un inventore, che però non riesce a terminare il suo androide prima di morire. Il particolare essere umano, rimane infatti senza mani, o meglio, resta con delle mani di forbice. Come si evolve e come termina la storia lo sappiamo tutti e forse è inutile ribadire per l’ennesima volta che l’apparenza spesso inganna, ma forse non tutti conoscono queste 10 curiosità del film!

Edward mani di forbice – 10 Curiosità

  1. Il ruolo di Edward fu fortemente voluto da Michael Jackson, alla fine però, fu scelto Johnny Deep, che da questo momento in poi sarà spesso protagonista dei film di Tim Burton.
  2. Nel film fa la sua ultima apparizione uno degli idoli di Tim Burton: Vincent Price. La scena in cui muore, tenendo strette le mani di Edward, è l’ultima che ha girato prima di morire.
  3. Johnny Deep e Winona Ryder si sono innamorati sul set, diventando protagonisti di una lunga e tormentata storia d’amore che portò l’attore a tatuarsi il nome della bella Wynona sul braccio!
  4. Nella versione originale, Johnny Deep dice soltanto 169 parole.
  5. In questo film, compare anche Nick Carter, futura stella dei Backstreet Boys. Ricordate il bambino che in un fotogramma corre su un prato verde? Ebbene era lui!
  6. Anche voi avete amato le sculture di cespugli creati da Edward? Allora fate un giro al ristorante Tavern On the Green di New York, potrete vederne alcune!
  7. Sapete quanto tempo occorreva a Johnny per assumere quelle sembianze? Ben 1 ora e 45 di trucco e parrucco!
  8. . Johnny Depp per l’interpretazione di Edward si è ispirato al film espressionista “Il gabinetto del Dottor Caligari” (1920) di Robert Wiene.
  9. L’immagine di Edward si ispira molto al leader dei The Cure, Robert Smith, di cui Tim Burton era grande fan.
  10. Le scene in cui Edward scolpisce le sculture di ghiaccio furono girate in un congelatore per carni a Long Beach.

Jhonny Deep e Wynona Ryder Edward mani di forbice

Edward mani di forbice – La scena più celebre

Danza nella neve, una delle scene più celebri del film.

 

Di Melissa Basile