A che serve dormire, se non si è capaci di sognare?
(Shinobu)

tratto da Lamù

Solo pochi chilometri di macchina per ritrovarsi catapultati in un mondo da sogno invaso da supereroi, maghi di Hogwarts, personaggi dei cartoons , dei videogiochi, Icone dei fumetti e dei film horror. Tutto questo è il Festival del fumetto di Novegro Milano.

Dopo aver fatto il biglietto e scansato il tendone di accesso alla fiera, si ha l’impressione di entrare in un’altra dimensione. Una dimensione fatta di colori, di maschere e di buon umore. Certo, la prima volta può sembrare un po’ spiazzante ritrovarsi lì dentro, ma ci vuole davvero poco ad ambientarsi e diventare, senza accorgersene, parte di quella follia e dei suoi interpreti, i cosplayers.

Ma non dimentichiamoci che siamo al Festival del fumetto. Il campo di battaglia dove i diversi personaggi si incontrano, si scontrano e si fanno fotografare come se non ci fosse un domani, è fatto prima di tutto di fumetti vecchi e nuovi, di graphic novel, libri fantasy, giochi da tavolo, videogiochi e tanti gadget per tutti i gusti e tutte le tasche.

Diverse le aree tematiche, si passa dalla zona dedicata al mondo Harry Potter, dove oltre ad acquistare ciondoli e bacchette magiche e bere burrobirra è possibile partecipare a diversi giochi a tema, a quella dedicata ai videogames e retrogames dov’è possibile intrattenersi gratuitamente con le console e i giochi che hanno fatto la storia dei videogiochi. Ma non è tutto, passeggiando per la fiera ci si imbatte nelle tetre ambientazioni dell’acclamata serie tv “American horror story”, con le quali è possibile interagire grazie a un live game tutto da urlare.

Altro appuntamento immancabile è la sfilata con annessa gara e premiazione dei migliori cosplayers e vi assicuro che ce ne erano alcuni veramente belli.                                               Insomma tante le ragioni per non perdersi un festival del genere, dalla possibilità di ritornare bambini per qualche ora, alla possibilità di conoscere nuove realtà editoriali (anche se erano presenti in numero ridotto), incontrare disegnatori emergenti o partecipare gratuitamente a dei contest di disegno.

Se vi è venuta un po’ di curiosità o semplicemente la voglia di sognare un po’, il 20 e 21 maggio 2017, potete nuovamente farlo con l’edizione primaverile. Noi ci saremo, io ci sarò.

di Simone Caputi

Foto di Melissa Basile

Foto di Melissa Basile – Festival del fumetto, Parco esposizioni Novegro, 4 Febbraio 2017