Il Blu è un Colore Caldo di Julie Maroh è stata la prima graphic novel ad avermi fatto commuovere, le lacrime sono scese senza che me ne accorgessi e come ogni emozione che si rispetti è stato bello averla vissuta.

La storia ha per protagoniste due ragazze, o meglio, l’amore che nasce tra due ragazze, Clémentine ed Emma.

È il sentimento viscerale che lega le due protagoniste a guidare la storia e a renderla autentica e talmente forte da diventare straziante.

Il romanzo colpisce subito, a partire dal titolo che va contro quello che ci insegnano fin da bambini, ovvero che il blu è un colore freddo. La teoria che suddivide i colori in base alla loro temperatura, annovera il blu, insieme al verde, indaco e violetto tra i colori freddi e il rosso, l’arancione e il giallo tra quelli caldi.

La suddivisione dei colori si basa anche sul principio che ogni gradazione trasmette una determinata emozione e evoca nella mente determinate immagini o situazioni. Il blu per esempio, suggerisce calma, contemplazione, tristezza e tutti gli stati d’animo riconducibili a queste sensazioni.

Nello specifico, nel romanzo, il blu si riferisce al colore dei capelli e degli occhi di Emma e quindi a tutte le sensazioni forti che grazie a lei scaturiscono in Clémentine e nel lettore stesso, che inizia a percepire il blu come il colore dei sentimenti trascinanti e avvolgenti come solo l’amore può essere.

Da questa graphic novel è tratto il film “La vita di Adele”, di Abdellatif Kechiche, Palma d’Oro al Festival di Cannes 2013. Il film, tanto quanto il libro, ti scava dentro, riuscendo a toccare le corde più sensibili dell’animo umano.

Lo scoprì grazie ad una rassegna cinematografica e ricordo di aver pensato a quanta forza ci possa essere in un film, a quante emozioni questo possa fare scaturire e a quanto sia giusto amare. Perché indipendentemente da tutto, quello che traspare da questa storia è questo, amare è sempre giusto e nessuno dovrebbe vergognarsi di farlo.

-Hai mai avuto vergogna di essere così?

-Solo l’amore può salvare questo mondo.

  Perchè dovrei vergognarmi di amare?

Il Blu è un Colore Caldo di Julie Maroh

di Melissa Basile