Manca meno di una settimana alla messa in onda della prima puntata di “The Young Pope”, serie tv del regista napoletano premio Oscar Paolo Sorrentino.

La serie, che andrà in onda su Sky Atlantic a partire da venerdì 21 ottobre, vede come protagonista l’attore britannico Jude Law nei panni di Lenny Belardo che dopo la nomina del collegio cardinalizio diventa noto a tutti come Papa Pio XIII. La sua figura si dimostrerà subito controversa e poco incline a ricevere ordini.

La serie è composta da dieci episodi (inizialmente dovevano essere otto) della durata di 55 minuti ciascuno, i primi due, sono stati presentati alla 73° Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia suscitando subito interesse e curiosità.

Non è certo la prima volta che una figura papale diventa fonte d’ispirazione per opere televisive e cinematografiche ma il fascino che le figure del clero suscitano in noi spettatori e negli addetti ai lavori che queste opere le creano, non accenna a diminuire.

Le aspettative diventano ancora più alte nel momento in cui dietro la macchina da presa vi è un premio Oscar. Paolo Sorrentino si affaccia per la prima volta nel mondo magico e spietato delle serie tv e lo fa dopo avere fatto incantare il mondo con “La Grande Bellezza”. È con questo film che io mi sono innamorata del regista e del suo stile inconfondibile ed è grazie a questo film che è nata in me l’irrefrenabile voglia di conoscere gli altri suoi lavori, “Il Divo”, “This must be the place”, “Youth – La giovinezza”, i suoi film più importanti e assolutamente da recuperare per gli amanti del genere.

Ancora pochi giorni e scopriremo se la nuova serie “The Young Pope” sarà in grado di soddisfare le aspettative dei fan e diventare La Grande bellezza delle serie televisive.

“Quando la notte ti acchiappa veramente, venirne fuori è come combattere coi leoni, coi ragni giganti.”

Paolo Sorrentino

di Melissa Basile